3 consigli utili su come conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva in casa

Dì la verità: quando lo acquisti non ti poni mai il problema su come conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva e su dove riporlo una volta arrivato a casa. Può sembrarti un pensiero banale, ma ti assicuro che non lo è per nulla!

Se vuoi evitare che le caratteristiche sensoriali del prodotto vengano rovinate, leggi attentamente questa guida su come conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva in casa.

Conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva: errori da evitare

Per prima cosa devi sapere che un Olio Extra Vergine di Oliva confezionato direttamente in Frantoio mantiene inalterati i suoi aromi ed i suoi profumi perché viene sigillato ermeticamente in lattina o in bottiglia: questo avviene seguendo meticolosamente tutte le procedure, in modo da mantenere identiche tutte le caratteristiche sensoriali esattamente come erano il giorno in cui è stato lavorato.

Conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva lontano da fonti di calore

Queste precauzioni, però, possono perdere il loro effetto se non ne rispettano altre ancora più importanti: la prima è che l’Olio Extra Vergine di Oliva non ama molto l’esposizione alla luce ed al calore.

Infatti, se dovesse riscaldarsi troppo andrebbe sicuramente a perdere le sue caratteristiche essenziali, quali ad esempio il sapore, il gusto e la sua vitalità!

Per quale motivo il calore è un nemico dell’Olio Extra Vergine di Oliva?

Il calore va a danneggiare le caratteristiche fisiche dell’Olio Extra Vergine di Oliva perché quest’ultimo, nel tempo, è destinato ad ossidarsi: il processo di ossidazione lo porta ad una progressiva perdita di sapore ed all’irrancidimento, che rende poco piacevole odore e gusto.

Quindi, fai particolarmente attenzione a non riporlo in posti troppo luminosi o calorosi della cucina.

Qual’è la temperatura ideale per conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva?

La temperatura ideale rimane tra i 14° e 16° gradi.

Travasare l’Olio Extra Vergine di Oliva in altri contenitori

Per conservare l’Olio Extra Vergine di Oliva è possibile travasarlo in un contenitore di plastica (ad es. una bottiglia)?

Assolutamente no.

Ricordati sempre di non travasare l’Olio Extra Vergine di Oliva dalle lattine alle bottiglie di plastica perché, oltre ad essere decisamente poco igienico, l’acido oleico potrebbe attaccare la plastica e risultare così poco salutare per il tuo benessere.

Se proprio hai intenzione di travasarlo, assicurati di conservare sempre l’Olio di Oliva in bottiglie di vetro spesso e scuro.

Inoltre ricordati sempre di chiudere il tappo della bottiglia o del contenitore: così facendo eviterai di far assorbire gli odori presenti nell’ambiente in cui si trova l’Olio di Oliva e che potrebbero contaminarlo.

In quanto tempo consumare l’Olio Extra Vergine di Oliva?

L’Olio di Oliva correttamente conservato può essere consumato anche 20 mesi dopo la sua spremitura: controlla quindi sempre sull’etichetta l’anno in cui è stato prodotto.

Dopo aver aperto la bottiglia, al fine di consumare il prodotto ancora completamente integro nelle sue caratteristiche fisiche, è altamente consigliabile consumarlo al massimo entro 6 mesi.

RIMANI AGGIORNATO

Iscriviti alla Newsletter
e ricevi il 10% di sconto sul tuo primo acquisto!
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato sulle news del Frantoio: prodotti, promozioni, eventi speciali, articoli e ricette!